Attivismo in Kosovo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

In questo periodo in Kosovo, si attende la decisione del commissario speciale Kai Eide, nominato da Kofi Annan, per stabilire se tutto e’ pronto per iniziare a parlare dello status finale di questa regione dell’ex Yugoslavia, facente ancora parte della Serbia-Monte***.

In 6 anni di gestione ONU, non e’ stato risolto quasi nulla. I Serbi ce l’hanno a morte con gli Albanesi e viceversa, con la differenza che questi ultimi sono il 90% e vogliono la totale indipendenza dalla Serbia. I Serbi non ci pensano nemmeno perche’, oltre a viverci in minoranza, il Kosovo e la Metohia sono terra sacra per loro, perchè lì si trovano i piu’ antichi monasteri ortodossi e vari campi di battaglia dove sono stati sconfitti gli ottomani.

C’e’ un gruppo di attivisti che cerca di smuovere la gente incitandola all’autodeterminazione e al rifiuto dei negoziati. Sembra che siano dalla parte dei buoni e rifiutano la violenza, ma ultimamente si stanno radicalizzando, andando in giro a fare stancil con lo slogan “no ai negoziati, autodeterminazione”, distribuendo anche volantini nei vari comizi.

Questo è il memo riservato del capo della Polizia Onu, arrivato a tutti i capi delle unit, che descrive il comportamento da adottare in caso ci si imbatta in una performance dei questo gruppo di attivisti:

“THE BELOW INFORMATION IS TO BE DISSEMINATED IMMEDIATELY THROUGH THE CHAIN OF COMMAND, AND IS TO BE PUT INTO ACTION; EFFECTIVE TODAY,

06 AUGUST 2005

I. SPRAYING OF GRAFFITI:

A. ON A PUBLIC BUILDING.

POLICE ACTION:

(1) Allow the group to Spray Paint their message.

(2) Do not stop or arrest simply for Spraying of Graffitti.

B. ON A PRIVATE BUILDING:

POLICE ACTION:

(1) If the Owner of the Private Building complains, then

police action is necessary, as it is damaging his building.

(2) If the Owner of the Private Building does not complain or supports this spray painting, then no action.

IN ALL INSTANCES ABOVE, WHERE POLICE ACTION IS NOT REQUIRED JUST STAY AWAY, AND ALLOW THE SPRAY PAINTING TO OCCUR.

DO NOT STOP AND ID AT THE TIME OF THE SPRAY PAINTING, UNLESS IT’S THE CASE OF SPRAY PAINTING A

PRIVATE BUILDING AND THE OWNER IS COMPLAINING.”

Posted in Graffiti, Politics & Laws Tagged with: