BENCH TALK: Drop C by Capo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Photo: DropC (CKC – IVA – Natural Force)

Year: 1994
Place: Milano, Cadorna Station

DropC è tra i writers ai quali devo di più a livello di spunti ed ispirazione. Di sicuro uno dei più importanti della Vecchia Scuola di Milano.

Avevo appena iniziato a disegnare quando DropC dipinse ad Asso questo pannello che faceva parte di un end to end con RaxE, Phato, Bread e Spon di NYC.

Erano i primi anni '90, e a Milano se la regnavano crew come PWD e CKC, che avevano rielaborato lo stile bars&arrows importato da New York. C'erano molte altre crew, ma loro erano uniche per stile grezzo e diretto, evidentemente studiato ed allo stesso tempo spontaneo.
Per chi non era di Milano come me, i loro pezzi si potevano trovare nelle prime fanzine di graffiti, Trap, poi Tribe ed Aelle.
In città la loro roba era ovunque: tags e flop per strada, nelle stazioni della metro, pezzi nelle storiche hall of fame, sui treni FS e dal 1993 sui vagoni delle Ferrovie Nord.

DropC è stato uno dei fondatori della CKC, e certamente si è sempre distinto per uno stile personale e diretto.
DropC fondeva in un singolo pezzo la costruzione delle lettere di un pezzo bars&arrows, con le parti piene e morbide di un throw-up. DropC era styler e bomber insieme: univa la leggibilità del nome con delle decorazioni proprie dei masterpieces. Forse solo alcuni pezzi di Spyder:7 mi ricordavano questa abbinata.
Ogni pezzo era arricchito da particolari personalissimi che spesso ripeteva, come quelle specie di anelli, quasi dei piercing alle lettere, o come quegli arricciamenti delle lettere, simili a tubi fumanti, particolari che aggiunti alle frequenti scritte Jah Rastafari, facevano alludere alla sua personalità e spiritualità.

In quel periodo, quando i writers era più integralisti di ora, era insolito che qualcuno riuscisse a rompere gli schemi dello stile e a convincere gli altri: DropC ci era riuscito in pieno.

Capo

 

Posted in Bench Talk, Graffiti Writing Old School, Graffiti Writing Trains Tagged with: , , ,
0 comments on “BENCH TALK: Drop C by Capo
2 Pings/Trackbacks for "BENCH TALK: Drop C by Capo"
  1. […] This post was mentioned on Twitter by Alessandro Mininno, Capo and Peeta Graffiti, Capo. Capo said: Drop C by Capo: http://www.wildstylers.com/?p=2852 #graffiti #OldSchool #GLifeWeek […]

  2. […] opportunity to write a tribute to DropC a true graffiti master from Milan; you can find it in the Bench Talk […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*