E’ morto Guru…

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lunedì 19 aprile è morto Keith Elam, in arte Guru, uno dei personaggi più importanti della cosidetta golden age dell'hip-hop nonché uno degli MC più personali, influenti e amati di sempre. Metà dei fondamentali Gang Starr (assieme al grandissimo DJ Premier), ha firmato anche come solista capitoli essenziali della musica urban tra i quali ricordiamo, soprattutto, i primi due volumi della serie Jazzmatazz ('93 e '95), capolavori assoluti della contaminazione tra hip-hop e jazz. Era malato di tumore da un anno e, recentemente, era sopravvissuto a un grave infarto cui era seguito un breve coma. Aveva solo 43 anni.

Non c'è molto altro da dire… forse perché bisognerebbe dire troppo. Guru era un'istituzione per chi ama hip-hop e rap, uno che ha fatto epoca, un personaggio quasi mitico. Una voce così familiare e vicina da riempire di tristezza tutti quelli che la conoscevano e l'hanno amata, ora che lui non c'è più.

Le persone muoiono: da questo punto di vista la vita è una gran fregatura per chi rimane. I dischi, però, non muoiono con le persone che li hanno realizzati: la vita, in questo caso, è sicuramente un po' meno stronza con chi sopravvive ai propri idoli musicali. E' già qualcosa. Ed è tanto.

Ciao Keith

 

"Is this really the end? Or is it a new beginning, a new reality?"

 

(Michele Cavagna)

Posted in Hip Hop, Music Tagged with: , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*