From Berlin to Pero…

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Source: Il Giorno – 8.4.2012
Pero, 8 aprile 2012 – Torna alto il livello di allerta contro i writer. I carabinieri della Stazione di Pero hanno denunciato tre «graffitari» tedeschi che avevano imbrattato alcuni vagoni della Metropolitana. Avevano scelto come location ideale per il loro assalto il deposito della M1 di zona Gallaratese. Denunciati per danneggiamento, i tre ragazzi, fra i 23 e i 25 anni, erano armati di bombolette spray. Uno di loro ha precedenti per lo stesso reato. I militari dell’Arma, intervenuti lo scorso pomeriggio su segnalazione di un dipendente Atm, sono riusciti a fermarli solo dopo un inseguimento di un quarto d’ora circa.
Identificati e rimessi in libertà, i giovani si sono difesi davanti ai carabinieri negando l’accaduto. Ma a intrappolarli ci hanno pensato le immagini riprese dalla telecamera del sistema di sicurezza, che li ha immortalati proprio mentre si intrufolavano fra i binari. Forse non era la prima volta ma, l’altro pomeriggio, qualcuno li ha visti e ha dato l’allarme. Troppo tardi: i tre writer tedeschi, prima di darsi alla fuga, avevano già ultimato buona parte della loro «opera»: un murales di circa 45 metri quadri che occupa un intero vagone.

Un’altra carrozza è stata imbrattata per metà. Quello che è stato preso di mira è un treno fra i più moderni della flotta della metropolitana milanese: «Il Meneghino». Centocinque metri in cui si concentrano comfort, sicurezza del viaggio, silenziosità di marcia e interni da business-class. Il caso dei tre writer tedeschi non è una novità. Si tratta, infatti, dell’ennesimo episodio di una sorta di turismo dall’estero di giovani che vengono in Italia con l’obiettivo di trasformare le vacanze in veri e propri blitz «artistici». Ai ragazzi sono state sequestrate dieci bombolette di vernice spray di diversi colori, rinvenute nei loro zainetti. Denunciati in stato di libertà per danneggiamento aggravato, rischiano da sei mesi a tre anni di reclusione dato che il deturpamento è avvenuto su mezzi di trasporto pubblici.

di Monica Guerci

Posted in Graffiti Writing Trains Tagged with: ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*