Imbratta treni nel deposito Atm di San Donato, denunciato ventenne

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Source: Corriere della Sera – 7.2.2011
Lo spagnolo si era introdotto abusivamente per fare graffiti su un treno del metrò: multa da 450 euro
Il Comune si costituirà parte civile

MILANO – Un ventenne di nazionalità spagnola è stato sorpreso dai dipendenti Atm mentre, «armato» di bombolette spray, eseguiva graffiti su un convoglio della linea gialla della metropolitana. Il ragazzo si era introdotto abusivamente nel deposito di San Donato: sono intervenuti i vigili, che l'hanno denunciato per imbrattamento e per invasione non autorizzata dell'area e gli hanno comminato la sanzione da 450 euro, come previsto dall'ordinanza del sindaco.

Il giovane, a quanto riferito dal vicesindaco Riccardo De Corato, «ha dichiarato di non avere fissa dimora e di girare l'Europa per realizzare graffiti». La polizia locale ha sequestrato le bombolette spray e nei prossimi giorni le immagini dell'imbrattamento saranno studiate dagli agenti del Nucleo tutela decoro urbano, che le metterà a confronto con quelle già presenti nel database dei graffiti e delle tag già apparse a Milano.

I PROCESSI – Il vicesindaco spiega che grazie alla nuova legge sulla sicurezza contro «l'internazionale dei graffiti» e contro chi prende di mira il patrimonio pubblico e privato arriveranno pene più severe: «Nei prossimi mesi partiranno 4 nuovi procedimenti contro 8 graffitari che hanno commesso il reato dopo l'8 agosto 2009, data di entrata in vigore della nuova legge». Il Comune continuerà a chiedere di costituirsi parte civile nei processi. I nuovi procedimenti, che partiranno nei mesi di aprile e maggio, riguardano gli imbrattamenti di un portone in via Vetere, di un muro di cinta in viale Marche, di un muro del cavalcavia Fs di via Pontano e di alcuni treni della metropolitana. E sono già 9 i processi che si sono conclusi con la condanna dei writer mediante il pagamento di multe, la pulizia dei luoghi o lo svolgimento di lavori socialmente utili.

Posted in Graffiti Writing Trains Tagged with:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*