Milano: the Walls Of Fame saga continues…

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Street Art. Moratti: “Spazio al talento dei giovani artisti per dare un nuovo volto ai muri degradati della città”. Il Sindaco ha incontrato il giovane artista Neve, al sottopasso di viale Sturzo, che l’artista ha dipinto, nell’ambito del progetto “Walls of fame”, promosso dal Comune di Milano in collaborazione con l’associazione M.A.T.Milano Altri Talenti

Source: mi-lorenteggio.com – 14.10.2010

Milano, 13 ottobre 2010 – Il Sindaco Letizia Moratti, questa mattina, ha visitato la scuola di via Mincio, dove ha salutato i giovani studenti che l’hanno accolta con grande gioia ed entusiasmo, bambini e ragazzi di 30 nazionalità diverse, esempio positivo della politica di integrazione in cui la scuola gioca un ruolo importante.

Sempre nella mattinata Letizia Moratti ha incontrato nove ragazzi writers colombiani, arrivati da San Patrignano, che stavano completando il murales, di 12 metri per 3 metri circa, che abbellirà uno dei muri vicini alla scuola.

“Milano – ha dichiarato il Sindaco – città del design, dell’innovazione e della creatività apre le sue porte al talento dei giovani artisti, offrendo loro l’occasione di esprimersi, legalmente, trasformando muri degradati in colorati murales”.

Infine il Sindaco ha incontrato il giovane artista Neve, al sottopasso di viale Sturzo, che l’artista ha dipinto, nell’ambito del progetto “Walls of fame”, promosso dal Comune di Milano in collaborazione con l’associazione M.A.T.Milano Altri Talenti, trasformandolo in un’opera d’arte. Danilo Pistone, classe 1986, in arte Neve, è tra i giovani più promettenti della scena artistica underground italiana. Nato artisticamente a Torino, ha frequentato la Nuova Accademia di Belle Arti a Milano.

“Si tratta di un progetto che mira ad abbellire aree della città da riqualificare – ha spiegato Letizia Moratti –. Un intervento di street art realizzato nel rispetto delle regole, al servizio di tutti e per tutti. Sono dieci gli artisti chiamati a realizzare un’opera di public art su altrettanti muri individuati dal Comune. Due di queste opere sono già state realizzate, quella dell’artista milanese ‘Nais’ su un muro di 15 metri in viale Jenner e quella di ‘Neve’, secondo un circuito artistico in continuo divenire che risponde al tema ‘La città che vorrei’ e che promuove l’identità della città e dei suoi quartieri”.

Le opere diventeranno patrimonio di Milano e concorreranno a dare vita ad un tessuto urbano di arte open air con la doppia funzione di sensibilizzare i cittadini ai valori dell’arte popolare e alla fruizione autorizzata ed estetica di spazi legalmente concessi, in contrasto con l’abusivismo deturpante che rovina la città. La guida al circuito Walls of Fame potrà diventare uno strumento di comunicazione per la scoperta di zone della città.

PROGETTO WALLS OF FAME

La prima fase del progetto prevede il coinvolgimento di quattro artisti.
Sono:
– Nais
– KayOne
– Neve
– Pao
A seguire saranno all’opera anche Ozmo, El Gato Chimney, Santy.

Muri già eseguiti:
Nais – Viale Jenner 42
Neve – Viale Sturzo 67

Prossimi interventi:
Via Olona, retro Museo della Scienza e della Tecnica – Artista Kay One
dal 24 ottobre al 4 novembre
Martesana, all’altezza dell’anfiteatro – Artista Pao con un percorso ludico su vecchi “panettoni” di cemento recuperati e dipinti

Posted in Graffiti, Politics & Laws, Street Art Tagged with: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*