Pezzate & bastonate

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Source: swissinfo.ch – 5.6.2010

Un tribunale di Singapore ha accusato sabato un cittadino svizzero di essersi introdotto illegalmente in un deposito delle metropolitana e di aver imbrattato un vagone con dei graffiti. Rischia una pena corporale e tre anni di carcere.

L'uomo di 32 anni è stato arrestato il 25 maggio a Singapore dopo essersi introdotto, assieme a un britannico, in una zona dall'accesso vietato.

Stando al capo d'accusa, i due hanno compiuto atti di vandalismo su beni pubblici, tagliando la recinzione e imbrattando il treno.

Il giudice ha fissato una cauzione pari a circa 82'000 franchi. Il passaporto del cittadino elvetico è stato confiscato. L'ambasciata elvetica fornirà un sostegno consolare, ma non intende interferire nel processo.

Singapore, dove ordine e pulizia regnano sovrani, infligge sanzioni durissime ai trasgressori. Un atto di vandalismo può essere punito con otto colpi di bastone, tre anni di prigione e 2000 dollari di multa (circa 1650 franchi). La città Stato accorda inoltre una grande importanza alla sicurezza della sua rete di trasporti pubblici, per timore di attacchi terroristici.

La vicenda ricorda il caso del cittadino svizzero in Thailandia, che nel 2007 era stato condannato a dieci anni di reclusione per aver dipinto di nero alcuni ritratti del re Bhumibol. Per sua fortuna, il sovrano, che intrattiene ottimi rapporti con la Svizzera, lo aveva in seguito graziato.

Posted in Graffiti Writing, Graffiti, Politics & Laws Tagged with:
One comment on “Pezzate & bastonate
  1. LucaSeil says:

    C’e’ chi si sta sfregando la barbetta riccioluta leggendo questo post. Vuoi dargli nuove idee?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*