That camera… again

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Source: Corriere 2.2.2013

MILANO – Sono arrivati in Italia fin dalla Svezia e dalla Finlandia per imbrattare un intero vagone della metropolitana milanese, riprendendosi con una fotocamera digitale per diffondere online la loro «opera». Ma quattro degli otto writer, tre svedesi e un finlandese di età compresa tra i 25 e i 28 anni, sono stati sorpresi, identificati e denunciati dalla polizia di Stato a Sesto San Giovanni. Gli altri quattro sono riusciti a dileguarsi. Gli inquirenti sospettano che siano italiani, e che siano stati loro a invitare in Italia i «colleghi» del Nord, dando loro istruzioni precise per introdursi nel deposito della metropolitana.

L’episodio è accaduto nella notte tra venerdì e sabato. Il gruppo si è dato appuntamento al capolinea della metropolitana 1 a Sesto Fs, davanti alla stazione ferroviaria, dove c’è il deposito dei treni. Si sono calati all’interno della struttura sotterranea utilizzando una botola di servizio. Volti nascosti da un passamontagna, bombolette alla mano, mentre uno fotografava e riprendeva, gli altri si sono dati da fare riempiendo un vagone con un’immensa tag. Terminata la verniciatura in meno di sei minuti, i giovani sono risaliti in superficie, dividendosi. Quattro del gruppo si sono avviati all’automobile presa a noleggio e parcheggiata poco distante dalla metropolitana.

Proprio in quel momento passava una volante del commissariato di polizia di Sesto che ha notato i giovani e deciso di controllarli. L’odore di vernice ha attirato l’attenzione degli agenti, che hanno chiesto agli stranieri di aprire il bagagliaio della vettura. All’interno c’erano 40 bombolette, molte già usate, e la macchina fotografica. Nel frattempo hanno raggiunto il gruppo due dipendenti dell’Atm, che hanno avvisato gli agenti dell’avvenuto vandalismo. A quel punto i quattro sono stati portati in commissariato: i poliziotti hanno visionato l’apparecchio ed hanno scoperto il filmato. Anche l’Atm ha fornito le riprese delle proprie telecamere dove si vedono chiaramente in azione i writer. Per i quattro, tre svedesi e un finlandese, è scattata la denuncia con le accuse di imbrattamento e danneggiamento. Torneranno a casa senza filmati, senza bombolette e senza foto e con una pendenza nei confronti della giustizia italiana.

Ferdinando Baron

Posted in Graffiti Writing, Graffiti Writing Trains Tagged with: , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*